Giovedi 8 Dicembre

Cska Mosca-Honda, che bufera: “noi, imbrogliati dal giapponese”

LaPresse/Xinhua

Il presidente del Cska Mosca torna a commentare l’addio di Honda e attacca pesantemente il centrocampista giapponese del Milan

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Un divorzio arrivato nel peggiore dei modi. Un addio a parametro zero maturato dopo mesi e mesi di trattative, la fine della storia tra Il Cska Mosca e Keisuke Honda è stata abbastanza burrascosa. Il giapponese ha salutato il club russo per trasferirsi al Milan nel gennaio del 2014 e oggi, a distanza due anni, la vicenda torna nuovamente d’attualità. “L’unico giocatore che abbiamo ceduto senza prendere un centesimo è stato Honda. Il giapponese ci ha imbrogliato. A noi ha detto che aveva intenzione di estendere il contratto, ma poi si è scoperto che si era promesso al Milan. Così è stato visto come sono andate le cose”, ha dichiarato il presidente del Cska Mosca Evgenij Giner all’emittente ‘Match TV’. Un amarezza che, viste le ottime prestazione di Honda in rossonero, rischia di aumentare sempre più settimana dopo settimana.