Giovedi 8 Dicembre

Ciclismo-Tour of Oman: zampata di Nibali, adesso comanda lui la classifica

LaPresse/MAXPPP

Il ciclista dell’Astana si prende la quarta tappa del Tour of Oman e sale in vetta alla classifica generale

Serviva una risposta immediata e Vincenzo Nibali non si è fatto attendere. Nella tappa più dura del Tour of Oman, la quarta, il ciclista dell’Astana ha staccato tutti, bissando il successo conquistato su queste stesse strade nel 2012.

Lapresse / MAXPPP

Lapresse / MAXPPP

Dietro Nibali si è piazzato Romain Bardet, salito agli onori della cronaca per aver portato a casa la tappa di Saint Jean de Maurienne al Tour 2015. Sul gradino più basso del podio ecco il danese Jakob Fugslang, attardatosi proprio negli ultimi km della tappa. Con questo successo, Vincenzo Nibali si prende la vetta della classifica generale, rifilando 15 secondi proprio a Bardet. “Voglio dedicare questa vittoria ad un amico che ci ha lasciato ieri sera” commenta Nibali a fine gara. “Ad un tecnico che al ciclismo ha dato la sua vita: Franco Gini. A lui va il mio pensiero, a lui e a chi gli ha voluto bene va questa mia vittoria. Franco aveva il gusto della vittoria, il piacere di costruirle con impegno e passione. Ha seguito e lanciato tanti ragazzi a questo sport. Stava lavorando in Colombia con la sua consueta passione in mezzo a tanti ragazzi che sognano di diventare un giorno campioni. Voglio pensare che questa mia vittoria gli possa fare piacere“. Sabato 20 si torna in sella per la quinta tappa Yiti (Al Sifah)-Ministero del Turismo, non molto lunga, 119,5 km, ma dal profilo mosso.

ARRIVO — 1. Vincenzo Nibali (Astana) 177 km in 4.25’48”, media 39,955; 2. Bardet (Fra) a 9″; 3. Fuglsang (Dan) a 12″; 4. Dumoulin (Ola) a 18″; 5. Rui Costa (Por) a 38″; 6. Kudus (Eri) a 43″; 7. Bennett (Aus); 8. Canty (Aus) a 45″; 9. De Tier (Bel) a 1’08”; 10. Boasson Hagen (Nor) a 1’10”; 12. Pozzovivo a 1’22”; 14. Brambilla a 1’29”.
GENERALE — 1. Vincenzo Nibali (Astana) in 16.18’35”; 2. Bardet (Fra) a 15″; 3. Fuglsang (Dan) a 24″; 4. Dumoulin (Ola) a 40″; 5. Rui Costa (Por) a 54″; 6. Boasson Hagen (Nor) a 1’16”; 7. Canty (Aus) a 1’31”; 8. Pozzovivo a 1’38”; 9. Kudus (Eri) a 1’41”; 10. Brambilla a 1’59”.