Mercoledi 7 Dicembre

Atletica, Coe mette in guardia il Kenya: “si adeguino al codice Wada, o niente Olimpiadi”

LaPresse/Xinhua

Il presidente della Iaaf duro contro la Federazione Keniana che adesso rischia grosso. Il presidente Tuwei però sembra ottimista: “rispetteremo le regole”

Il Kenya rischia di non partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Il motivo? Semplice, se la Federazione non dovesse adeguarsi in tempo al codice mondiale antidoping, nessun atleta keniano potrà volare in Brasile. A sottolinearlo è il presidente della Iaaf, Sebastian Coe, che, durante un’intervista a BT Sport, ha messo in guardia il Kenya sulle eventuali conseguenze riguardanti il mancato rispetto delle regole contro il doping. “So che l’Agenzia mondiale Antidoping ha osservato molto da vicino quella kenyana. E anche noi come Iaaf monitoriamo la situazione“. Tuttavia dalla Federazione keniana filtra ottimismo, come si evince dalle parole di Tuwei, in carica dopo la sospensione a dicembre di Isaiah Kiplagat, accusato dalla Iaaf di corruzione: “non sono preoccupato, stiamo lavorando a stretto contatto con la nostra agenzia antidoping, lavoreremo giorno e notte per rispettare le regole“.