Sabato 10 Dicembre

Assicurazione auto: l’Ania si scaglia contro il colpo di frusta

Nonostante l’assicurazione auto sia la più cara d’Europa, le compagnie continua a difendere i loro interessi incuranti degli automobilisti

Avevamo già parlato del pressing delle lobby assicurative nei confronti del Senato italiano, dove si sta discutendo il Disegno legge Concorrenza che potrebbe cambiare il comparto dell’ Assicurazione auto a favore degli utenti.incidenti stradali

Come accennato in precedenza, l’Ania (Associazione delle assicurazioni) aveva espresso la volontà di far introdurre il risarcimento in forma specifica che indirizzerebbe chi ha subito un incidente con la propria vettura verso i carrozzieri convenzionati. Ora però, l’ carrozzieri convenzionati rincara la dose scagliandosi contro l’idea di abolire l’accertamento strumentale per la lesione fisica lieve, ovvero la norma introdotta dal Governo Monti nel 2012 che impedisce a chi ha subito un incidente di farsi visitare da un medico specialista, con lo scopo di individuare lesioni che non possono emergere tramite i classici accertamenti strumentali.

Ricordiamo che l’RC auto in Italia è la più cara d’Europa e nonostante siano state introdotte numerose norme per contrastare le truffe e soprattutto diminuire o eliminare alcuni risarcimenti, il costo delle polizze assicurative è aumentato invece di diminuire. Ora possiamo solo sperare che il Governo Renzi non ceda alle pressioni e non conceda l’ennesimo regalo alle compagnie assicurative.