Venerdi 9 Dicembre

Volkswagen: la California respinge le operazioni di richiamo per il dieselgate

Il California Air Resources Board ha respinto il richiamo proposto dalla Volskwagen per risolvere il problema delle emissioni truccate sui motori 2.0 litri TDI

L’attesa risposta da parte del California Air Resources Board (CARB), relativa alle operazioni di richiamo proposte dal Gruppo Volskwagen per rimediare allo scandalo delle emissioni truccate dei motori diesel 2.0 litri TDI, è stata negativa.logo Volkswagen

L’ente americano ha infatti bocciato le soluzioni proposte dal Colosso tedesco per riportare nella norma i valori di emissioni nocive dei propulsori dotati del dispositivo in grado di alterare i dati in sede di omologazione. Il “no” del CARB riguarda per il momento solo i motori 2.0 litri TDI installato sulle vetture del Gruppo Volkswagen distribuite in California, mentre per quanto riguarda i propulsori 3.0 litri TDI di Audi e Porsche la risposta ufficiale verrà comunicata il prossimo 2 febbraio.

Nella nota ufficiale diffusa dal CARB vengono evidenziate le motivazioni di questa bocciatura: in primo luogo viene sottolineato la mancanza dei dettagli tecnici che dovrebbero caratterizzare le operazioni di richiamo e gli interventi tecnici che dovranno essere utilizzati. Le poche informazioni avute relative agli interventi da effettuare risultano inadeguati rispetto alla portata del problema, in particolare per quanto riguarda il tema della sicurezza.

L’ente Usa ha inoltre notificato in maniera formale le 13 accuse rivolte alla Volkswagen: che vanno dalla falsa certificazione e comprendono anche il mancato superamento dei test di omologazione.