Lunedi 5 Dicembre

Volley, l’Olanda non teme l’Italia! Guidetti: “non dobbiamo più subire nessuno”

L’allenatore italiano dell’Olanda sfida la Nazionale azzurra di Bonitta nella semifinale del Torneo Preolimpico: in palio la possibilità di staccare un pass per Rio 2016

La vittoria sofferta contro la Polonia regala all’Italia l’accesso alla semifinale del Torneo Preolimpico, mantenendo intatte le possibilità di staccare il pass per Rio 2016. Sulla strada delle azzurre adesso ci sarà l’Olanda di Giovanni Guidetti, formazione ostica che ha dominato il proprio raggruppamento mettendo sotto squadre come Croazia e Turchia.

ita-olaSono molto orgoglioso della mia squadra per quello che ha fatto fino a questo momento” commenta il coach italiano. “Il primo giorno avevamo perso dalla Germania, penso giustamente. Una squadra che aveva più fame di noi. Ma dopo quel 3-2 ho detto alle ragazze che tutto era ancora nelle nostre mani. Con quel punto conquistato se avessimo battuto la Turchia e la Croazia avremmo vinto il girone. E così è stato. Proprio contro la Turchia c’è stato il cambio di marcia: una prova corale“.

Takahisa Hirano/AFLO

Takahisa Hirano/AFLO

Tre mesi fa la sconfitta nella finale degli Europei, per giunta giocati in casa, oggi la conferma tra le migliori quattro del continente, l’Olanda si conferma una delle squadre più forti del panorama pallavolistico europeo: “penso che questo sia un grandissimo risultato – commenta coach Guidetti – anche perché ho giocatrici che arrivano da 9 club diversi e ci siamo trovati appena 10 giorni prima del torneo. E se posso dire una cosa che non riguarda solo me: l’Olimpiade è il sogno di ogni sportivo, arrivarci è un traguardo troppo importante per lasciare così poco tempo per preparare questa manifestazione, mentre invece magari per un Europeo in certe stagioni hai anche 3 mesi. Spero che per il futuro questo possa cambiare.

AFLO

AFLO

L’Italia? L’abbiamo battuta all’Europeo – continua Guidetti – ma questa è un’altra cosa. Penso che una squadra che sa risorgere come ha fatto contro il Belgio sia un avversario pericoloso da affrontare. Poi quello che ripeto sempre alle mie giocatrici è che l’Olanda non deve più subire nessuno. Come ho detto dopo la sconfitta contro la Germania: possiamo perdere da squadre più forti di noi, non da quelle che hanno più fame“.