Sabato 3 Dicembre

TIM Cup – E’ una Juventus da paura: doppio Morata e Dybala stendono l’Inter

LaPresse/Daniele Badolato

Gara senza storia quella dello Stadium: una doppietta di Morata e una rete di Dybala mettono al tappeto l’Inter e ipotecano la finale di TIM Cup

LaPresse/Daniele Bottallo

LaPresse/Daniele Bottallo

Gol, polemiche, emozioni e proteste. Cinture ben allacciate fino al novantesimo minuto e anche oltre, perché Juventus-Inter non ha assolutamente deluso le attese. E’ sfida vera allo Stadium, la rivalità tra le due squadre va ben oltre la pur prestigiosa semifinale di TIM Cup. L’Inter alla ricerca di una buona prestazione per cercare di scacciare la crisi, la Juventus per provare ad ‘affossare’ anche mentalmente gli avversarci già alle corde dopo la gran rimonta bianconera in campionato. Nell’undici juventino Dybala è in panchina, Morata e Mandzukic a formare il tandem offensivo; nell’Inter fuori Icardi, con Ljajic dal primo minuto.

Pronti, via e la Juventus fa capire subito agli avversari che uscire con un punteggio positivo dallo Stadium on sarà impresa facile: Cuadrado è in serata di grazie e  sfiora il gol con un diagonale dal limite dell’area, l’Inter non riesce a reagire e soffre il ritmo imposto dai bianconeri. E quando Cuadrado viene steso in area da Murillo (tante le polemiche nerazzurre), Morata non fallisce l’occasione di portare i suoi in vantaggio dal dischetto. La Juventus continua ad attaccare, l’Inter sembra dissolversi con il passare dei minuti.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Morata sembra essere tornato il killer spietato dello scorso anno, lo spagnolo sfrutta al meglio un erroraccio di Felipe Melo e di prima intenzione firma la propria doppietta personale. Che per poco non si trasforma in tripletta qualche minuto più avanti. Inter in dieci per l’espulsione per doppia ammonizione di Murillo e tracollo che arriva sotto il colpo di Dybala, entrato in campo da pochi minuti: un tiro da fuori area che trova, stranamente, un Handanovic non perfetto e Stadium che esplode per la terza volta. Finale di TIM Cup ipotecata e, cosa forse più importante in casa bianconera, un triplo schiaffo all’Inter che potrebbe far barcollare pericolosamente la squadra di Mancini.