Giovedi 8 Dicembre

Tennis-scommesse: un ex giocatore si dichiara colpevole

LaPresse/PA

L’ex tennista, appena 28enne si dichiara colpevole di combine: nel 2013 ha truccato un match

Nuovi scenari si aprono sullo scandalo scommesse nel mondo del tennis. Un ex giocatore professionista australiano, si è dichiarato colpevole di combine. Il caso riguarda l’ex giocatore Nick Lindahl che, secondo il procuratore, si sarebbe offerto, nel 2013 a perdere intenzionalmente un match contro un giocatore più in basso di lui nel ranking Atp. Lindahl avrebbe poi informato un suo “alleato” che ha scommesso contro di lui, vincendo così una importante somma di denaro. Arrestato un anno fa, Lindahl potrebbe scontare fino a 10 anni di reclusione. La decisione sarà però presa solo il 15 aprile. Pentimento o un semplice tentativo per ricevere uno sconto di pena?