Sabato 10 Dicembre

Tennis, Djokovic rivela: “mi offrirono 200mila euro per truccare un match”

LaPresse/Reuters

Il tennista serbo ha confidato di essere stato avvicinato agli inizi della sua carriera per aggiustare un match: lui però rifiutò

Sullo scandalo combine che sta scuotendo il mondo del tennis è intervenuto anche il numero uno del mondo Novak Djokovic, rivelando di essere stato avvicinato anche lui, all’inizio della sua carriera, con l’obiettivo di spingerlo a truccare alcuni match.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

L’integrità morale del tennista serbo ha evitato qualsiasi situazione ambigua e, oggi, lo stesso Djokovic ricorda quei momenti in cui un ragazzino gli si avvicinò a San Pietroburgo per aggiustare un match: “non è stato un approccio diretto ma attraverso persone che lavoravano con me a quel tempo” ha spiegato il tennista a Melbourne. “Ovviamente l’abbiamo ignorato: il ragazzo che voleva parlare con me, non ci è neanche arrivato a me. Mi avrebbero voluto offrire 200 mila dollari, ma io non mi presterò mai a certi comportamenti antisportivi che reputo un crimine per lo sport. Negli ultimi 6 o 7 anni non ho sentito nulla di simile. Personalmente non sono mai stato avvicinato direttamente, quindi non ho altro da dire sull’argomento“.