Domenica 4 Dicembre

Superbike, Melandri attende il progetto giusto: “correre per correre non è da me”

Alessandro La Rocca - LaPresse

Il pilota ravennate rivela i motivi della separazione dalla MV Agusta: “il progetto era carino ma non c’erano le condizioni per arrivare ad un accordo”

Il futuro di Marco Melandri è ancora tutto da scrivere. A sottolinearlo è lo stesso pilota italiano che, durante la conferenza stampa di presentazione delle maglie del Giro d’Italia, ha spiegato i motivi della separazione con la Mv Agusta.

marco melandriIl mio futuro? Preferisco aspettare l’opportunità giusta. Con la MV Agusta non è andata bene. Abbiamo provato a fare il massimo, ma purtroppo non ci sono state le condizioni. Secondo me, il progetto era anche carino. Poi, per vari motivi, non siamo riusciti a mettere in ordine le cose. Voglio fare qualcosa – ha aggiunto Melandri – che mi convinca, che mi dia il piacere di farlo, perché sono convinto di poterlo fare bene. È un periodo un po’ particolare. Vengo da un anno e mezzo molto difficile. Ho bisogno di trovare una condizione che mi permetta di divertirmi e di esprimermi al meglio. Sennò andare a correre per correre non è per me“.