Venerdi 9 Dicembre

Soriano ed Eder accendono la Samp, al Genoa non basta Pavoletti. La cura Montella adesso funziona!

LaPresse/Valerio Andreani

Una doppietta di Soriano e l’acuto di Eder regalano alla Samp il derby della Lanterna. Inutile la doppietta di Pavoletti nel finale

Due settimane di sosta che hanno aumentato la voglia di Serie A. Adesso finalmente si torna in campo, e si comincia con lo spettacolo del derby della Lanterna tra Genoa e Sampdoria, due squadre che hanno voglia di risalire la china dopo un inizio di stagione non proprio esaltante.

 LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Gasperini ritrova Pavoletti al centro del suo attacco e porta in panchina i tre nuovi acquisti Rigoni, Suso e Gomes mentre Montella deve fare a meno di Alvarez, sprovvisto del transfer internazionale fondamentale per poter scendere in campo. Sugli spalti è una festa, colori, bandiere e striscioni accendono il Ferraris, si esagera un pò con i fumogeni, e Valeri è costretto a sospendere il match dopo pochi secondi. Risolto il problema ci si può tuffare tra le emozioni di questo derby. Nei primi minuti spinge il Genoa ma è la Samp che trova il vantaggio al 18° minuto. Fernando serve Cassano che di prima intenzione lancia in profondità Soriano, la palla si impenna su un tocco di Burdisso ma cade comunque tra i piedi del centrocampista doriano che, al volo, fredda Perin portando in vantaggio i suoi.

 LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

I rossoblu provano a rimettere in piedi il match ma, a cinque minuti dall’intervallo, Eder dal limite dell’area raddoppia con un chirurgico destro all’angolino. Nella ripresa Gasperini getta nella mischia i due nuovi acquisti, Rigoni prende il posto di Dzemaili mentre Suso rileva Ntcham e proprio l’ex Milan si rende pericoloso con un tiro da lontano che però non trova lo specchio della porta. Sul ribaltamento di fronte la Samp trova il tris ancora con Soriano, liberato davanti a Perin da un sontuoso assist del solito Cassano. Il pubblico genoano comincia a rumoreggiare, i rossoblu sempre più in balia degli avversari non riescono a reagire e non si rendono mai pericolosi dalle parti di Viviano. Al 70° minuto però Pavoletti accorcia le distanze, trasformando in oro un assist di Laxalt. Rinvigorito dal gol trovato, il Genoa comincia a spingere, la Sampdoria si impaurisce e abbassa il ritmo. A dieci dalla fine ancora Pavoletti trova la via della rete, assist di Rincon e doppietta dell’attaccante italiano che infuoca il finale. Prima Gakpè e poi Suso sfiorano il pari a pochi minuti dal termine, ma non c’è più nulla da fare, la Sampdoria centra la seconda vittoria consecutiva dopo il successo sul Palermo e si rilancia in classifica. Al Genoa non basta Pavoletti, per Gasperini adesso è notte fonda.