Domenica 4 Dicembre

Serie A, l’analisi di Zola: “Inter favorita, ma io tifo Napoli. Mi rivedo in Insigne”

LaPresse/Enrico Locci

Gianfranco Zola, oggi allenatore dell’Al Arabi fa le carte alla nostra Serie A: Inter favorita per lo Scudetto, ma occhio alla Juventus. Nonostante il cuore dica Napoli…

LaPresse/Enrico Locci

LaPresse/Enrico Locci

L’Al Arabi nel presente, la Premier nel cuore e l’Italia, chissà, nel futuro. Gianfranco Zola, oggi allenatore alle prime armi, analizza attraverso le colonne della Gazzetta dello Sport il nostro campionato: “Metterei davanti a tutte, ma leggermente, l’Inter. Ha valori importanti, individualmente ha ottimi livelli, sa quello che vuole ed è allenata da un grande allenatore. Quello nerazzurro è un gruppo equilibrato, che è tosto nei primi sei giocatori difensivi e ha grande qualità nei quattro davanti.  Poco più dietro Napoli e Juventus, che nel gioco hanno di più ma l’Inter ha qualcosa di più dappertutto. Il Napoli mi piace, sviluppa bene le sue idee: Sarri e Paulo Sousa della Fiorentina hanno portato temi nuovi, studi approfonditi, un aggiornamento al calcio italiano che negli Anni 90 si era uniformato troppo. Occhio anche ai viola dunque e al ritorno della Roma, ma l’altra favorita è la Juventus: un mese fa non l’avrei detto, adesso ha ritrovato armonia, gioco, qualità. Ma io sinceramente tifo Napoli”. Dai club ai singoli, Zola analizza le individualità della nostra Serie A: “Higuain oggi è Superman, l’uomo più decisivo della Serie A. Chi mi assomiglia di più oggi? Giovinco è uno, Giuseppe Rossi un altro. Ma quello che si avvicina maggiormente a come giocavo io è Lorenzo Insigne”.