Venerdi 9 Dicembre

Serie A, cambia la prova tv. Tavecchio: “rivisiteremo il sistema”

LaPresse/Fabio Cimaglia

Il presidente della FIGC Carlo Tavecchio annuncia che dalla prossima stagione verrà modificato il sistema che regola la prova televisiva

Il mondo del calcio continua il suo processo di ammodernamento. Dopo aver, finalmente, introdotto l’utilizzo della goal line technology, la Serie A si appresta a modificare i capisaldi che regolano la prova televisiva. La vicenda De Rossi-Mandzukic sotto l’ultimo atto che forse ha spinto in maniera definitiva il presidente della FIGC Tavecchio verso la riforma della norma. “Sicuramente durante l’estate – ha precisato il presidente Carlo Tavecchio, come si legge in una nota ANSA – si rivisiterà l’istituto della prova tv, anche alla luce di queste nuove esperienze, al fine di dare garanzia ai soggetti giudicanti di poter valutare in maniera corretta le situazioni. Il mio impegno è di portarlo in questa direzione. Sicuramente la prova tv in corso d’opera non si può toccare, perché significherebbe cambiare metodi di giudizio”.

Tavecchio, però, non vuol sentire parlare di un calcio italiano come modello sbagliato e a testimonianza della sua tesi cita dei numeri importanti: “Le vicende Sarri e De Rossi hanno fatto cattiva pubblicità al calcio? Ce l’abbiamo tutti i giorni cattive pubblicità. Ma il calcio non è quello che appare così, bensì quello delle 700.000 partite all’anno con solo lo 0,5 percento dei casi di violenza o altre cose”.