Sabato 3 Dicembre

Sci: che guaio per Giuliano Razzoli, crociato ko a Kitzbuhel

LaPresse/Reuters

L’olimpionico azzurro si è accasciato al suolo dopo sole cinque porte attendendo l’arrivo dei soccorsi. La risonanza ha evidenziato la rottura del crociato, domani l’operazione

Ieri la felicità per il trionfo di Peter Fill sulla temibilissima Streif, oggi l’amarezza per il grave infortunio occorso a Giuliano Razzoli, il cui crociato ha fatto crac dopo pochi metri dall’inizio della sua discesa a Kitzbuhel. Partito col il numero 1 dal cancelletto, lo sciatore azzurro ha superato solo cinque porte per poi stendersi a terra e attendere l’arrivo dei soccorsi. Portato via con l’elicottero, situazione che ha fatto subito temere il peggio, e trasferito presso il più vicino ospedale, la risonanza magnetica lì effettuata nelle ore successive ha sottolineato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Una mazzata per Razzoli che domani verrà operato alla clinica ‘La Madonnina’ di Milano per poi iniziare la lunga riabilitazione per tornare a gareggiare.