Giovedi 8 Dicembre

Scandalo doping: la Federatletica russa passa alle maniere forti, stangate quattro atlete

La Federatletica russa ha squalificato Irina Maracheva e Anna Lukyanova per due anni, nonchè Maria Nikolaeva e Yelena Nikulina per le prossima 4 stagioni

Il Comitato Olimpico russo comincia a prendere i primi provvedimenti per uscire dallo scandalo doping che lo ha proiettato nel mirino della Iaaf.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Le accuse di corruzione, di test alterati e di pagamenti per nascondere alcuni casi di doping hanno spinto la Federatletica russa a fare piazza pulita per evitare il rischio di non partecipare ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Per questo motivo sono arrivate le prime sanzioni nei confronti di quattro atlete: si tratta dell’argento europeo negli 800 femminili di Helsinki 2012, Irina Maracheva, della marciatrice Anna Lukyanova (ad entrambe sono stati inflitti due anni di sospensione), la mezzofondista veloce Maria Nikolaeva e la lunghista Yelena Nikulina (squalificate per quattro anni). Solo il ripristino dei protocolli dell’agenzia mondiale antidoping potrà consentire agli atleti russi di essere riammessi alle gare.