Mercoledi 7 Dicembre

Sampdoria, Montella mastica amaro: “il pari sarebbe stato il risultato più giusto”

LaPresse/Valerio Andreani

L’allenatore doriano si rammarica per l’esito dell’incontro del Ferraris, dove la Samp ha ampiamente tenuto testa ai campioni d’Italia

Una prestazione gagliarda che, tuttavia, non ha prodotto i frutti sperati. La Sampdoria esce sconfitta dalla gara contro la Juventus pur avendo per larghi tratti del match espresso un calcio piacevole e spettacolare.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Vincenzo Montella elogia i suoi ragazzi, sottolineando anche la bravura dell’avversario: la squadra ha fatto una grande partita – afferma Montella ai microfoni di Skycontro l’avversario più forte del campionato in questo momento; al di là di qualche blackout è stata sempre in partita e avrebbe meritato anche il pareggio. Servono una forza e un coraggio oltremisura per affrontare una squadra di queste dimensioni e noi dobbiamo lavorare ancora sulla convinzione nei nostri mezzi. Nel primo quarto d’ora ci è mancata un po’ di sicurezza ma comunque la partita era in equilibrio. Poi, al gol di Pogba, si è spezzato questo equilibrio.

LaPresse/Iannone

LaPresse/Iannone

All’inizio siamo stati un po’ troppo timidi, preoccupati di fare le cose fatte bene in maniera difensiva ma senza quel vigore che abbiamo mostrato nella seconda fase della partita”. Montella esalta anche la prestazione di Antonio Cassano, in questo momento uno dei giocatori più in forma della Samp: “una squadra è un insieme di tante cose, c’è bisogno di Cassano e di altri giocatori – conclude Montella – certo è che se fosse stato così quando l’ho conosciuto dieci anni fa, avrebbe fatto una carriera di grandissimo livello. Muriel può giocare a sinistra e dietro o al posto di Cassano; fisicamente può fare tutto, sta crescendo mentalmente e mi sta piacendo molto”.