Lunedi 5 Dicembre

Roma, mea culpa Castan: “Pensavo di essere pronto, chiedo scusa a tutti”

LaPresse/Spada

Il difensore brasiliano della Roma si scusa pubblicamente dopo l’errore che ha regalato il rigore del pareggio al Verona. Ma a consolare Castan ci pensa il popolo giallorosso

Una voglia pazzesca di tornare a giocare con continuità, ma la strada verso il recupero completo è ancora lunga. Dopo l’ingenuità che ha regalato il rigore del pareggio all’Hellas Verona, il difensore della Roma Leo Castan fa mea culpa lanciando un messaggio ai tifosi attraverso il proprio profilo Twitter. Rabbia e delusione nelle parole del difensore brasiliano, ma allo stesso tempo tanta voglia di dimostrare di poter tornare con il lavoro sui livelli pre infortunio: “E’ una giornata frustante per me in particolare, ho lottato tanto per tornare a giocare a pallone. Pensavo di star bene, ma oggi ho visto che bisogna migliorare tanto ancora per essere lì. Forse si sono fidati troppo di me, ringrazio e voglio chiedere scusa perché ho provato sempre a fare il meglio con questa maglia, mi dispiace tanto”. Subito dopo lo sfogo, sono stanti gli attestati di stima arrivati a Castan: sia da parte dei suoi attuali compagni, che da ex giallorossi come ad esempio Benatia. Adesso lavoro e sudore, Castan conosce bene la strada verso la rinascita.