Sabato 3 Dicembre

Roma 2024: Stefano Fassina appoggia il referendum

Il 25 gennaio si discuterà la mozione pro referendum di Stefano Fassina, ma i Radicali Italiani non sono del tutto d’accordo

Non tutti sono felici e desiderosi di vedere le Olimpiadi 2024 disputarsi a Roma. Un gruppo di Radicali Italiani ha infatti attivato un sito per raccogliere firme pro referendum. Stefano Fassina, deputato di Sinistra italiana, appoggia l’idea di un referendum. Per Fassina infatti, ospitare un evento tanto importante come le Olimpiadi, non è per nulla una buona idea. “Rispetto ai costi iniziali previsti, i costi finali stimati sono lievitati enormemente”, ha dichiarato il deputato. Le entrate “sono sempre largamente sovrastimate”, ha aggiunto Fassina che inoltre afferma con certezza che una volta terminati i Giochi, rimangono “opere sportive sovradimensionate, costosissime da manutenere e linee di trasporto incompiute e non prioritarie”. Ecco dunque cosa chiedono Fassina e la Sinistra Italiana: “un piano economico-finanziario dettagliato e completo, che contenga, in particolare: un dettaglio dei costi stimati iniziali e di quelli finali previsti“. I Radicali Italiani però non apprezzano del tutto la mozione di Fassina: “è probabilmente una mossa elettorale, ma nei fatti è antireferendaria. Il tema, infatti, è dare voce ai cittadini, non ai partiti. Una mozione come la sua, destinata a essere bocciata, avrebbe il solo effetto di supportare e legittimare il metodo Montezemolo e Malagò“, ha dichiarato Riccardo Magi,