Venerdi 9 Dicembre

Revisione auto: le nuove regole in vigore dal 2016

I controlli sulla revisione auto saranno più scrupolosi con lo scopo di scoraggiare chi circola senza averla effettuata

Le nuove regole relative alla revisione auto periodica obbligatoria  sono in vigore dall’inizio del 2016 e puntano a contrastare chi circola senza averla effettuata, oppure chi la ottiene falsificando dati e documenti, senza dimenticare che i varchi elettronici, i tutor e gli autovelox controlleranno le vetture senza revisione.

Come in passato, le auto devono effettuare la prima revisione dopo 4 anni dall’immatricolazione e in seguito ogni due. Ora è entrato in vigore l’obbligo di effettuare revisioni videoregistrate in modo da dimostrare l’effettivo lavoro svolto. La Motorizzazione verrà immediatamente informata sui controlli effettuati sui veicoli, in modo da confermare l’avvenuto controllo ed immagazzinare i dati sullo storico del mezzo. Chi circola con un veicolo senza revisione rischia una multa di 168 euro che può essere raddoppiata nel caso il controllo sia stato omesso più di una volta. Nel caso in cui si viene “pizzicati” con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione, la multa raggiunge i 1.941 euro, a cui bisogna aggiungere il fermo amministrativo dell’auto per un periodo di 90 giorni.

Infine, se si causa un incidente con una vettura senza revisione, l’assicuratore può applicare la rivalsa, ovvero paga i danni agli altri soggetti coinvolti, ed in seguito può farsi dare tutto il risarcimento dall’assicurato