Lunedi 5 Dicembre

Rally Dakar 2016: otto MINI ALL4 Racing tra le prime 20 vetture al traguardo [FOTO]

Il terzo giorno del Dakar Rally 2016 si conclude con otto MINI ALL4 Racing tra le prime venti vetture giunte al traguardo

Nel terzo giorno (seconda tappa) del Dakar Rally, Mikko Hirvonen, tenendo pienamente fede al soprannome di “Finlandese volante” ha piazzato la propria AXION X-raid Team (n°315) MINI ALL4 Racing in quinta posizione in classifica generale. Hirvonen ed il navigatore Michel Périn (FRA) sono scattati dalla settima posizione, piazzamento ottenuto nel prologo – abbreviato – del primo giorno. Il risultato ha mantenuto valore anche al termine del secondo giorno, quando la prima tappa è stata neutralizzata per le proibitive condizioni meteorologiche.

2016-dakar-rally-day-three-stage-2-hirvonen-leads-mini-all4-racing-charge-despite-difficult-weather-conditions-p90207107_highresAttualmente, Hirvonen si trova a soli 3’05” dal leader, Sebastien Loeb. “Sono felice. Sono davvero felice per come la tappa si è sviluppata. Non abbiamo commesso errori, ed il nostro passo è davvero buono. Non ci siamo accollati alcun rischio. Una difficoltà c’è stata, però: non avere note si è rivelato frustrante; è qualcosa a cui mi devo ancora abituare. Siamo in buona posizione per la tappa di domani e, a velocità come questa, potremmo continuare all’infinito”, ha dichiarato Hirvonen.
La seconda delle undici MINI ALL4 Racing a tagliare il traguardo è stata la AXION X-raid Team MINI ALL4 Racing numero 300 dei campioni in carica, Nasser Al-Attiyah (QAT) ed Mathieu Baumel (FRA), navigatore. Una foratura ed il fango li hanno rallentati. Hanno concluso in ottava posizione.

2016-dakar-rally-day-three-stage-2-hirvonen-leads-mini-all4-racing-charge-despite-difficult-weather-conditions-p90207106_highresUna prova difficile. In un certo punto del percorso, abbiamo trovato acqua e fango in grande quantità, e siamo rimasti bloccati. Ne siamo usciti velocemente – più o meno, in 3 minuti. Poi, abbiamo forato. Comunque, non sono preoccupato: domani partiremo in buona posizione, la strada sarà pulita, per noi, e cercheremo di spingere per ottenere un buon crono”, ha commentato Al-Attiyah.
Il maltempo che il giorno precedente aveva impedito lo svolgimento della prima giornata di gara si è fatto sentire anche nella seconda tappa. Secondo programma, si sarebbe dovuta coprire la distanza maggiore; invece, il percorso è stato abbreviato: appena 387 chilometri. Il tutto a causa delle condizioni infide del terreno: era chiaro, fin dalla partenza, che il fango avrebbe creato problemi.
Il quarto giorno (terza tappa) della Dakar 2016 vedrà gli equipaggi affrontare una zona montuosa per portarsi a San Salvador De Jujuy. In totale, si tratterà di coprire 663km, dei quali 314 in Prova Speciale.