Sabato 3 Dicembre

Patente di guida: divieto per chi soffre di disturbi del sonno

Con la nuova norma introdotta nel Codice della Strada, chi soffre di disturbi del sonno o di gravi malattie neurologiche non potrà conseguire la patente o rinnovarla

Le persone che soffrono di gravi malattie neurologiche e quelle che accusano problemi legati ai disturbi del sonno non possono conseguire la patente di guida oppure non possono rinnovarla. Il Governo ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale la nuova norma che risulta inserita nel nuovo Codice della Strada, seguendo così la direttiva europea relativa alle malattie invalidanti.patente guida

Entrando nel dettaglio scopriamo che la norma stabilisce che: “La patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti colpiti da gravi affezioni neurologiche di grado tale da risultare incompatibili con la sicurezza della guida – si specifica inoltre che le nuove regole riguardano anche – candidati o conducenti affetti da disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne che determinano una grave ed incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell’attenzione non adeguatamente controllate con le cure prescritte”.

Ovviamente sarà il personale medico specializzato che dovrà pronunciarsi su un eventuale rilascio o rinnovo della patente ad una determinata persona. Se queste ultime saranno giudicate affette dai disturbi sopracitati non potranno prendere o rinnovare la patente, mentre se dimostreranno “ un adeguato controllo della sintomatologia presentata con relativo miglioramento della sonnolenza diurna” potranno riceve la licenza di guida speciale che dovrà essere rinnovata dopo solo tre anni, mentre la patente standard viene rinnovata dopo ben 10 anni di utilizzo.