Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Stoner attacca: “non mi sono ritirato perché pensavo di essere lento, ve lo dimostrerò”

Il collaudatore della Ducati allontana le voci di un suo ritorno in pista in veste di pilota ufficiale, ma ci tiene a precisare alcune cose

Nella prossima stagione vedremo finalmente tornare in posta Casey Stoner. Il due vole campione del mondo, tuttavia, non tornerà in veste di pilota ufficiale, avrà invece il compito di lavorare sul programma di sviluppo della Ducati.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

La priorità dell’australiano non è quella di avere una wildcard per tornare alle gare, ed è lo stesso Stoner a sottolinearlo: “non abbiamo preso alcuna decisione in merito, vedrò come andranno i test. Il mio obiettivo principale è lavorare sul programma di sviluppo per riportare la Ducati alla vittoria. Non sono andato in pensione perché pensavo di essere lento. Mi sono ritirato pensando di essere ancora in grado di vincere il campionato. Non sono mai stato preoccupato della mia velocità. Ho voluto sostituire Dani Pedrosa a Austin perché sapevo che avevo la velocità giusta. Al test di Sepang a febbraio ero molto vicino al passo di gara di Dani”.