Venerdi 9 Dicembre

MotoGp: muro al box Yamaha? Lin Jarvis lo esclude: “sarebbe molto dannoso”

Il managing director della casa di Iwata non prende nemmeno in considerazione l’idea di costruire un muro all’interno del box Yamaha per dividere Rossi e Lorenzo

Gli attriti tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono lontani dall’essere risolti, tuttavia le loro incomprensioni non spingeranno la Yamaha a mettere un muro nei box.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

A sottolinearlo è il managing director Lin Jarvis che, dopo la presentazione della nuova M1 nella sede della Movistar a Barcellona, ha ribadito come il team di Iwata non farà lo stesso errore del 2008: “è qualcosa che appartiene al passato e non avrebbe senso mettere di nuovo un muro nel garageNel 2016 faremo come abbiamo fatto nella scorsa stagione – aggiunge Jarvis – sappiamo che i nostri due piloti saranno in competizione, ma il team, i meccanici e gli stessi piloti lavorano comunque molto bene insieme. Costruire un muretto all’interno del box sarebbe dannoso e controproducente per tutti”.