Lunedi 5 Dicembre

MotoGp: Lorenzo bacchetta Rossi: “dovrebbe insegnare ai suoi fan cosa sia il rispetto”

LaPresse/Efe

Dopo l’attacco di Rossi, Jorge Lorenzo risponde per le rime al ‘Dottore’ invitandolo ad insegnare il rispetto ai suoi fan

Una fredda stretta di mano e poco più, è stato questo l’unico contatto tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo durante la presentazione della nuova Yamaha M1.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Se di persona i due piloti si sono ignorati, non è successa la stessa cosa davanti a microfoni e taccuini, visto che l’italiano ha attaccato e lo spagnolo ha risposto. Alle taglienti parole di Valentino Rossi, secondo cui Lorenzo gli abbia mancato di rispetto nel finale della scorsa stagione, il campione del mondo ha replicato: “solo i tifosi di Rossi hanno dubbi se io abbia meritato o meno il titolo – ha spiegato a Marca – lui è un pilota molto importante, è come Michael Jordan per la pallacanestro, ma i suoi tifosi hanno fatto un gran casino e molti di loro non hanno avuto rispetto. Valentino dovrebbe far capire loro cosa vuol dire il rispetto. Sono sempre stato molto freddo e non ho mai lasciato trasparire disagio, ma dovrò imparare a convivere con questi insulti sui social network”.

LaPresse/Efe

LaPresse/Efe

Ciò che turba Lorenzo non sono gli insulti, ma il clima che si respira adesso intorno alla MotoGp: “a volte mi sembra di vedere in questo sport quello che succede negli stadi di calcio, e questo non mi piace. Una volta non succedeva nulla se il tuo pilota preferito non vinceva, ora non è più così. La MotoGp è diventata molto più popolare, ma non nella maniera che tutti desideravamo. Ora vediamo tutto nero, ma il tempo aggiusterà le cose. Poca gente si ricorderà di Sepang anche se quello che è successo somiglia all’episodio tra Senna e Prost del 1989 a Suzuka. Il nuovo campionato, però, farà dimenticare tutto”.