Venerdi 9 Dicembre

MotoGp: la Ducati ci prova, Stoner ammette: “non torno a correre, ma…”

LaPresse/Simone Rosa

Il campione del mondo del 2007 smentisce l’utilizzo di wildcard per disputare qualche Gp nella prossima stagione alla guida della Ducati, ma per il futuro lascia aperta la speranza

Molti ci avevano sperato, alcuni sognavano di poter tornare a competere con lui, la realtà però è un’altra cosa, e Casey Stoner non ha nessuna voglia di tornare a gareggiare. A Motosprint, il campione del mondo della MotoGp nel 2007 ha smentito la possibilità di utilizzare una wildcard per scendere in pista con la Ducati nel 2016, il suo unico obiettivo è occuparsi dei test.
dall'ignaNon c’è nessun piano al momento, sono perfettamente consapevole del fatto che se avessi voluto correre, la Ducati avrebbe messo tutto a mia disposizione, ma per ora abbiamo solo definito un piano di test. Prima di andare oltre, voglio vedere come andranno: a quel punto decideremoVoglio lavorare bene con Gigi dall’Igna, voglio aiutare gli ingegneri e i piloti a lavorare sul programma di sviluppo della nuova moto. Il mio obiettivo è quello di dare un contributo determinante per portare di nuovo la Ducati alla vittoria”. Rimpianti di aver lasciato a soli 27 anni? Nessuno, Stoner è convinto della sua scelta: “nessun rimpianto, non ci ripenserò, non succederà.
casey-stoner-visita-lamborghini_10 Lo dico con certezza: non voglio tornare a correre regolarmente. Quando si decide di gareggiare a quei livelli, si deve sempre spingere al limite e quindi rischiare il tutto per tutto. Una volta che si riesce a uscire dalla bolla che circonda la MotoGP, ti rendi conto di quanta importanza viene data alle corse, ma per me ci sono cose più importanti. La vita che ho ora, con la mia famiglia, conta di più”.