Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp: la FIM è in possesso della telemetria di Marquez

LaPresse/EFE

La FIM è in possesso della telemetria della moto di Marc Marquez, ma non la renderà pubblica

La FIM, con un comunicato stampa sotto forma di botta e risposta con Vito Ippolito, suo presidente, comunica di essere in possesso della telemetria della moto guidata da Marc Marquez durante il Gran Premio della Malesia quando lo spagnolo ha “duellato” con Valentino Rossi per poi uscire di pista dopo uno scontro non del tutto chiaro. La telemetria della Honda quindi è nelle mani della FIM che, però, non ha intenzione di renderla pubblica. Nel comunicato sotto forma di intervista Vito Ippolito spiega perchè.

Ci Può dare una breve opinione su come è andato il 2015?

E’ un fatto innegabile che il numero di spettatori e di telespettatori sia cresciuto. E’ un riflesso del costante miglioramento, in termini di qualità, delle competizioni. Abbiamo lavorato su questo e i risultati sono incoraggianti. Anche il fatto che diverse nuove nazioni abbiano ospitato alcuni dei nostri campionati è degno di nota. Questo è uno dei nostri obiettivi e continueremo a lavorare in tale direzione.

Durante quest’anno i media hanno dato risalto ad alcune situazioni difficili. Ce ne può parlare?

E’ vero ci sono stati dei momenti difficili e vorrei dire che è un fatto inerente allo sport. La cosa importante è riuscire a trovare la risposta giusta a queste situazioni o perlomeno limitare i danni e fare le giuste correzioni, come nel caso della Sei Giorni di Enduro in Slovakia.  Direi lo stesso riguardo il finale di stagione della MotoGP, che è stato insieme fantastico e drammatico.

Situazione chiusa in entrambi i casi?

Sì. Nel caso della ISDE il collegio FIM ha ripristinato la classifica delle nazioni come avrebbe dovuto essere. Alla fine il team australiano è stato dichiarato vincitore. Questo caso ci ha spinto a rivedere alcuni importanti aspetti del regolamento e delle procedure.
In MotoGP la disputa è stata portata davanti al CAS ma il caso adesso è chiuso. E’ vero che a fine stagione le polemiche sul caso Rossi-Marquez hanno assunto proporzioni mai viste. Per questa ragione abbiamo chiesto a tutte le persone coinvolte, comprese le squadre, di evitare ulteriori azioni in merito a quanto accaduto a Sepang. Durante l’ultima gara a Valencia il team Honda ci ha informato di avere tutta la telemetria riferita all’incidente. I dati sono nelle nostre mani e Honda e FIM di comune accordo hanno deciso di non renderli pubblici per non dare adito a ulteriori polemiche
Gli obiettivi e i piani FIM per il 2016 sono chiari e continueremo a perseguirli. Continueremo ad andare avanti e sono sicuro che i cambiamenti che apporteremo porteranno risultati positivi. Il motociclismo sportivo ha molte discipline e ci sono molti campi d’azione ma sono fiducioso che i nostri specialisti faranno un ottimo lavoro. Potrete domandarmelo ancora a fine anno!