Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp, Ippolito assicura: “le cose nel 2016 cambieranno”

Vito Ippolito, presidente della FIM, assicura che nella nuova stagione di Moto Gp, cambieranno molte cose

La stagione 2015 di Moto Gp è terminata da più di due mesi ormai, ma quanto accaduto dal Gran Premio della Malesia in poi è ben impresso nella mente di tutti noi. Anche se si cerca di lasciarsi tutto alle spalle senza tornare a fare inutili polemiche, quello che è accaduto a Sepang, e tutto ciò che ne è conseguito, ce lo ricordiamo tutti molto bene. In molti, dopo il duello Rossi-Marquez e le continue frecciatine con Jorge Lorenzo, hanno incolpato i piani alti della Moto Gp, perchè quanto successo poteva probabilmente essere evitato intervenendo prima. Nella scorsa stagione la Federazione non è voluta intervenire, adesso però sembra che le cose stiano cambiando.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il presidente della FIM Vito Ippolito ha dichiarato in una recente intervista al Marca che ci saranno dei cambiamenti nella nuova stagione. “Stiamo parlando di esseri umani. Ci sono cicatrici che rimangono. Continuiamo a parlare con loro. Chiacchierare meno del 2015 sarà meglio per l’ambiente. Naturalmente, nella loro vita privata non possiamo fare nulla, ma sono personaggi pubblici e dobbiamo capire che più si parla peggio è per il motociclismo. Ovviamente non si può smettere di parlare, questa è una democrazia. Essi hanno una responsabilità in questo senso, anche se persistono rancori”, ha dichiarato Ippolito. Prima della nuova stagione si vuole raggiungere un clima rilassato, tranquillo e di rispetto: “parleremo con i piloti fino all’inizio del campionato. Le dichiarazioni sono una cosa, e già hanno conseguenze, altra cosa sono gli atteggiamenti in pista. Siamo molto attenti. Quindi vogliamo migliorare il regolamento… non permetteremo comportamenti che portano a questi fini. Se i bambini vedono questo, credono che può essere fatto e non è così. La cosa più importante è la sicurezza in pista. Quindi cambiamo le regole”, ha continuato il presidente della FIM.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Ippolito ha poi infine espresso il desiderio di vedere Valentino Rossi e Marc Marquez stringersi la mano: “sarebbe possibile per lanciare un messaggio di pace. Spero di sì, che un giorno avvenga”, ha concluso il numero 1 della Fim.