Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp, il retroscena di Baumgartner: ecco dove tutto ebbe inizio tra Marquez e Rossi

LaPresse/EFE

Pit Baumgartner racconta un piccolo retroscena avvenuto al ranch di Tavullia: tra Rossi e Marquez astio già prima di Sepang

La stagione 2015 di Moto Gp è terminata da più di due mesi ormai. Sta per iniziare il nuovo motomondiale, ma ancora in pochi hanno dimenticato quanto accaduto lo scorso anno dopo il Gran Premio della Malesia. In tantissimi si domandano da dove sia potuto nascere questo “odio” tra Marquez e Rossi, che dopo il duello di Sepang hanno superato ogni limiti e reso tutto difficile e complicato. Pit Baumgartner, ingegnere della Bridgestone, che ha lavorato per anni al fianco di Valentino Rossi, ha raccontato a Speedweek un retroscena che in pochi conoscono, per lui, tutto nacque al Gran Premio di Misano, al ranch di Tavullia: “dopo il GP di Misano alcuni dei piloti migliori erano al Ranch di Rossi per guidare off-road. C’erano top driver come Smith, Chad Reed e così via, anche Marc Marquez… che si presentò con tutto il Dipartimento Tecnologie della Repsol per tenere questa piccola gara con Rossi e i suoi allievi. Con sè aveva tutti i meccanici della MotoGP, a cominciare dal capo meccanico Santi Hernandez. Ho poi sentito come Rossi e Uccio parlavano ed erano un po’ incazzati per il fatto che Marquez avesse portato tutta la sua squadra HRC per ottimizzare la sua moto durante l’addestramento al Ranch e per vincere la gara. C’era già attrito fra Marquez e Rossi”, ha dichiarato Baymgartner. “Nel Gran Premio d’Australia è stato piuttosto Iannone e non Marquez il problema, forse. Perché Iannone ha relegato Rossi al 4 ° posto, mentre Márquez ha lasciato Lorenzo al 2 ° posto e, quindi, gli ha portato via cinque punti, che è stato un vantaggio per Rossi”, ha concluso il tecnico della Bridgestone.