Lunedi 5 Dicembre

Mercedes: i diesel Renault non montano centraline per truccare le emissioni

La Casa tedesca afferma che i diesel Renault montati sui suoi modelli non risultano truccati

Il titolo della Renault ieri è crollato in borsa del 20% a causa del terremoto causato dalla notizia delle perquisizioni da parte della polizia francese effettuate in alcune fabbriche ed uffici della Casa del Rombo, con lo scopo di scovare delle prove relative ad un presunto scandalo emissioni truccate.Carlos Ghosn

I diesel della Renault incriminati non sono utilizzati solo dal Costruttore d’oltre alpe, ma anche da alcuni modelli Nissan che fa parte del medesimo Gruppo e dalla Mercedes, grazie ad una joint venture che lega la Casa francese e quella teutonica. Subito dopo la diffusione della notizia relativa alle perquisizioni, il Colosso di Stoccarda ha immediatamente diramato una nota ufficiale in cui sottolinea con convinzione e assoluta certezza che i diesel Renault montati sulle proprie autovetture – come ad esempio la Mercedes Classe A – non utilizzano nessuna software o centralina truccata per modificare i dati sulle emissioni inquinanti durante i test effettuati in laboratorio.

La Casa di Stoccarda ha inoltre specificato che Renault ha assicurato direttamente la Mercedes di non aver mai utilizzato questo tipo di componenti studiati per falsificare i dati sulle emissioni. Dal canto suo, anche l’atro Gruppo automobilistico francese PSA (Peugeot-Citroen) ha messo le mani avanti pubblicando una nota ufficiale dove afferma che “i risultati dei test realizzati dalla commissione tecnica presieduta dal ministro dell’ecologia, Sègolène Royal, sono stati comunicati all’azienda e attestano l’assenza di qualsiasi anomalia sui veicoli PSA Peugeot Citroen”.