Sabato 10 Dicembre

Mancini, che schiaffo all’Inter: “credo che oggi avrei fatto gol anch’io”

LaPresse/Spada

L’allenatore dell’Inter bacchetta i suoi giocatori, colpevoli di non aver difeso bene l’ultimo possesso che è costato il pari di Lasagna

Una vittoria sfumata proprio allo scadere, una Lasagna andata di traverso all’Inter e al suo allenatore Roberto Mancini che, nel dopo gara, si scaglia contro i suoi giocatori ai microfoni di Sky Sport. “Oggi sapevamo che avremmo affrontato una squadra chiusa e che ci avrebbe concesso pochi spazi.

 LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Per questo, una volta sbloccata, la dovevamo chiudere. Abbiamo un problema, quello di far goal, perché poi il calcio è così e le cose ti vanno male. Questo pareggio non ha senso, così come non ce l’avevano le partite con Lazio e Sassuolo. 11 vs 10 non avrebbero dovuto prendere la palla, invece nell’ultima azione non abbiamo difeso bene il possesso e abbiamo preso un contropiede: in campo bisogna guardare il tempo, se la partita sta per finire bisogna difendere la palla vicino alla bandierina. Poche occasioni create? Il Carpi difendeva bene, ma le palle che abbiamo avuto sono state clamorose, se giocavo io che ho 50 anni forse le avrei segnate.

 LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Si deve lavorare tanto ed essere concentrati sia quando si gioca con la Roma o con la Juve, sia quando si gioca col Carpi. I giocatori offensivi devono anche difendere, altrimenti da mercoledì giochiamo solo con una punta e gli altri stanno in panchina. Abbiamo fatto errori anche in difesa, che all’inizio non facevamo. Ma è un problema di concentrazione: se fosse stato Inter-Roma 1-0, avremmo difeso meglio e portato quella palla sulla bandierina“.