Sabato 3 Dicembre

Juve-Napoli, nascondino sulla strada Scudetto: una sfida ‘dialettica’ che va oltre il campo

Foto LaPresse - Daniele

Sarri e Allegri non si sfidano solo sul campo, ma tra i due allenatori è in corso una vera e propria lotta dialettica: un gioco a nascondino per allontanare il ruolo di favoriti

Una sfida sul campo che accende il cuore dei tifosi, con  un contorno dialettico che assume sempre più i contorni comunicativi a tratti psicologici. Il Napoli vince contro il Sassuolo ma Sarri allontana subito il ruolo di favorito: “E la Juventus la squadra più attrezzata per vincere lo Scudetto, lo dicono i numeri”. “Vuole solo allontanare la pressione”, la risposta di Bonucci. Un tam-tam dialettico che arricchisce sempre più la sfida. E al quale non si sottrae nemmeno Massimiliano Allegri. La sua Juventus strapazza l’Udinese, una prova di forza vera e propria, ma le prime parole dell’allenatore bianconero ai microfoni di Premium Sport sembrano quasi voler offuscare le dieci vittorie di fila della sua squadra: “Il Napoli sta viaggiando ad una media impressionante, quindi per ora è favorita, ma siamo ancora in cinque ad avere la possibilità di vincere lo scudetto. Nella prima parte di stagione sono mancate tante cose, a partire dai risultati, ma non mi preoccupavo perché in estate abbiamo cambiato tanto. C’è ancora da fare molto e migliorare molto”. Un ruolo di favorito che non accetta nessuno. Almeno a parole…