Mercoledi 7 Dicembre

Immobile si presenta: “Ho sofferto, ma ora sono più forte. I miei gol per il Torino e la Nazionale”

LaPresse/ Fabio Ferrari

Dopo aver già esordito, con gol, con la maglia del Torino, Ciro Immobile parla in conferenza stampa e dimostra di avere le idee chiare sugli obiettivi da centrare

“Ho passato brutti momenti che mi hanno reso più forte. Sono tornato con grande entusiasmo e voglia di lavorare con umiltà. Penso di essere cresciuto a livello tecnico, nei movimenti, nel proteggere palla”. Passato alle spalle, presente ancora granata. Sembra essere tornato a casa Ciro Immobile, ed i risultati sono gli occhi di tutti: un gol dopo appena nove minuti e un carico di entusiasmo a tutto l’ambiente. Si ripresenta così in conferenza stampa il nuovo numero dieci granata: “voglio ringraziare il Presidente perché mi ha sempre trattato come un figlio, assieme alla società che ha fatto un grande sforzo per portarmi qui. Grazie anche alla mia volontà ci siamo riusciti. Ho preferito rimettermi in gioco piuttosto che stare in un posto senza giocare o giocando poco”.

Nel corso della conferenza stampa riportata testualmente da TuttoMercatoWeb, immobile ha voluto ricordare le esperienze estere di cui è stato protagonista: “Sono molto legato a mister Ventura: prepara la partita in modo perfetto e fa giocare molto bene le sue squadre. Anche da Emery e Klopp ho potuto imparare molto: sono tutti allenatori diversi tra loro. Nazionale? Credo che Conte sia stato sempre chiaro su questo. Ho saltato le ultime convocazioni e quindi è normale che non sia stato chiamato. Serve continuità nel club per giocare e venendo al Torino avrò la possibilità di giocare e fare gol anche per l’Europeo”.