Giovedi 8 Dicembre

Il canto del ‘gallo’ risveglia il Torino: che poker al Frosinone!

LaPresse/Fabio Ferrari

Ciro Immobile la sblocca dopo otto minuti dal suo debutto, Sammarco pareggia ma Belotti chiude i conti. Nella ripresa l’autogol di Avelar e l’acuto di Benassi fissano il punteggio sul 4-2

Dopo tre sconfitte di fila, il Torino torna alla vittoria calando un sonoro poker al Frosinone che continua nella sua striscia negativa.

 LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Ottimo il debutto bis di Ciro Immobile con la maglia granata, all’attaccante ex Siviglia bastano nove minuti per sbloccare il match su rigore e mettere in discesa la gara per il Toro. Il Frosinone lotta fino al 3-2 ma l’acuto di Benassi a dieci minuti dal termine mettono la parola fine alla sfida. Giampiero Ventura lascia in panchina Quagliarella per dare spazio a Belotti e Immobile davanti, mentre Stellone schiera Tonev e Soddimo ai lati di Dionisi. In avvio meglio il Torino che, già dopo dieci minuti, è in vantaggio grazie al rigore di Ciro Immobile. Colpito a freddo, il Frosinone prova ad abbozzare una reazione ma Padelli fa buona guardia. Alla mezz’ora, però, Sammarco trova il varco giusto per rimettere le cose in parità.

 LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Il Torino non ci sta e dopo quattro minuti trova il nuovo vantaggio con Belotti che si ripete pochi minuti dopo mandando i granata al riposo sul 3-1. Nella ripresa il Frosinone dimezza lo svantaggio con l’autorete di Avelar ma a otto minuti dal termine, Benassi sfrutta un centro di Belotti e chiude i conti. Stellone affonda, Ventura risorge, che goduria questo Torino.