Martedi 6 Dicembre

German Denis, lacrime e sorrisi con una promessa da mantenere: “tornerò, ne sono sicuro”

LaPresse/Mauro Locatelli

L’attaccante argentino lascia l’Atalanta dopo quattro anni e mezzo, adesso lo aspetta l’Independiente

Lacrime, nostalgia e…gol. Finisce come come meglio non potrebbe l’avventura di German Denis con la maglia dell’Atalanta, prima il gol utile a riacciuffare il Sassuolo e poi il tributo di tutto l’Atleti Azzurri d’Italia, che saluta il proprio ‘Tanque’ di ritorno in Argentina.

LaPresse/Mauro Locatelli

LaPresse/Mauro Locatelli

E’ stata una serata speciale ma è solo un arrivederci. Lo so che tornerò – ha detto l’attaccante argentino ai microfoni si Sky Sport – Ringrazio Percassi, i miei compagni, i tifosi e tutta la città. Sono grato a loro, non mi dimenticherò mai di questo tifo e di questa maglia, che avrò sempre addosso. Ringrazio anche chi lavora e non si vede, come i magazzinieri, il corpo tecnico e tutti gli altri. Non vorrei dimenticarmi di nessuno, Marino, Sartori, tutti davvero. Il ricordo più bello? Nessun dubbio, la tripletta a San Siro con l’Inter sarà un ricordo indelebile. Ho segnato tre gol e abbiamo vinto la partita”. Adesso per German Denis inizia un nuovo capitolo della sua carriera, in Argentina lo aspetta l’Independiente: “era il momento giusto. Voglio tornare a casa, con la mia famiglia che mi è stata sempre vicino. Senza di loro non ce l’avrei fatta – conclude Denis – Lascio Bergamo per tornare in una grande squadra che mi ha dato tanto e che mi ha permesso di arrivare in Italia”.