Venerdi 9 Dicembre

Gattuso, tackle ai rossoneri: “Milan, non sei più tu. Adesso impara dalla Juventus”

LaPresse/Massimo Paolone

Ex bandiera rossonera e oggi allenatore del Pisa, Rino Gattuso bacchetta il Milan: “Prenda come modello la Juventus, in questi anni aver cambiato spesso l’allenatore non ha portato a niente”

Spada

Spada

Negli ultimi anni non è più il Milan. Ci sono meno soldi, ma sono soprattutto le scelte che lasciano a desiderare. Si parla di giovani e poi dopo 6 mesi vengono ceduti in prestito, poi si punta su un allenatore giovane e si cambia subito idea. Una volta tutto questo non succedeva”. Tackle duro, come quelli con i quali ha fatto impazzire per anni i tifosi rossoneri. Rino Gattuso, oggi allenatore del Pisa, non le manda di certo a dire: “L’esempio per il Milan oggi deve essere la Juventus. In questi anni aver cambiato spesso l’allenatore non ha portato a niente, quando si cambia bisogna cominciare tutto daccapo. C’è bisogno di programmazione e si deve avere massima fiducia nel tecnico”.

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Idee chiare, quelle di Rino Gattuso. Nel corso di un’intervista al Corriere dello Sport, l’ex centrocampista rossonero analizza la corsa Scudetto: “Nell’Inter di Mancini rivedo la Juve di Capello: è forte fisicamente, non gioca un calcio bellissimo, ha giocatori antipatici, duri, che si fanno odiare in campo, e quando hai gente di questo tipo è difficile perdere: non mollano un centimetro, è una squadra rognosa”. E il sogno di Gattuso? “Fare questo lavoro come lo sto facendo adesso, alzarsi la mattina ed essere contento di andare al campo. E’ normale che vorrei vincere qualcosa di importante, ma ho la passione e l’umiltà di imparare. Io oggi mi sento realizzato”.