Giovedi 8 Dicembre

F1, Toto Wolff si difende dalle accuse di Horner: “è un opportunista”

LaPresse/PA

Il team principal della Red Bull ha accusato Toto Wolff di aver fatto saltare l’accordo tra la Mercedes e la scuderia austriaca per la fornitura delle power unit

Continua a tenere banco la polemica tra la Red Bull e la Mercedes per il mancato accordo sulla fornitura delle power unit alla scuderia austriaca da parte di quella tedesca.
horner La rabbia di Chris Horner si è riversata tutta su Toto Wolff, accusato di essere stato il vero artefice del no, nonostante l’accordo verbale trovato tra il patron Red Bull Dietrich MateschitzNiki Lauda, presidente onorario della Mercedes. “Questo è un ambiente molto opportunista – confida Wolff a Motorsport.comil mio compito è proteggere il team e chi ci lavora evitando di incorrere in errori per pressioni politiche. So che spesso il compromesso è necessario per il quieto vivere. Ma se il risultato è un danno per i ragazzi e le ragazze che lavorano nel team, allora preferisco non accettare compromessi. E anche essere attaccato per questo. L’importante è che nel team si conoscano le ragioni. Si opera per il bene del team, degli altri non mi interessa“.