Domenica 11 Dicembre

F1: la McLaren piange la scomparsa di Tyler Alexander, pilastro fondatore del team

Tyler Alexander aveva partecipato nel 1963 alla fondazione della McLaren per poi ricoprire svariati ruoli all’interno del team

Nel bel mezzo del periodo di programmazione e sviluppo della nuova monoposto per la stagione di Formula 1 che sta per iniziare, la McLaren piange la scomparsa di Tyler Alexander, uno dei ‘pilastri di fondazione’ della scuderia di Woking.
Zumapress

Zumapress

Fondatore, insieme a Bruce McLaren, dell’omonimo team nel 1963, col tempo Alexander ha ricoperto tutti i ruoli più importanti, facendosi stimare per lo straordinario lavoro svolto negli anni ’60 e ’70 negli Usa, quando le McLaren hanno vinto per due volte la 500 Miglia di Indianapolis. Poi è iniziato l’impegno in Formula 1. È andato in pensione nel 2008. Commozione e dolore nelle parole del team che, con un toccante messaggio, ha voluto ricordare così Tyler Alexander: “Tyler rendeva le cose possibili in maniera rapida ed efficiente. Non ci sono definizioni per descrivere il suo ruolo: ha diretto i meccanici, scambiato pezzi, si è occupato dell’ospitalità, pagato biglietti aerei all’ultimo minuto. Ha spinto e tirato le macchine da corsa della McLaren in giro per il mondo e, una volta sulla pista, si è assicurato che fossero a punto e che il team fosse il più organizzato di tutta la pit lane“.