Sabato 3 Dicembre

F1, Eric Boullier preoccupato: “la McLaren è cresciuta, ma serve tempo per tornare al top”

LaPresse/PA

Il racing director della McLaren chiede tempo per tornare al top: “anche la Red Bull ci ha messo 5 anni prima di vincere”

L’obiettivo è quello di risalire la china dopo due stagioni davvero complicate, la McLaren prova il tutto per tutto per tornare a competere ad alti livelli e riconquistare quelle posizioni che fino a qualche stagione fa erano routine.

Lapresse / PA

Lapresse / PA

Eric Boullier, racing director della scuderia di Woking, lavora alacremente per riorganizzare un team apparso negli ultimi tempi letteralmente alla deriva: “il mio lavoro mi permette di rimanere in contatto con Alonso e Button, che, come tutti gli altri campioni, pensano solo a vincere. Fino a quando non hanno quello che vogliono, continueranno a fare pressioni. Se si sanno gestire le loro aspettative, allora si guadagna la loro fiducia. Ogni volta che ci si mette in discussione, quando si cambia qualcosa, si vedono i problemi ovunque. Se si migliora l’efficienza, è necessario aumentare la produzione. Abbiamo investito in nuove vetture la scorsa primavera e altri aspetti devono essere aggiornati.

 LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Abbiamo raggiunto il miglioramento del 30% nel settore manifatturiero e abbiamo aumentato il nostro sviluppo. La mia più grande soddisfazione nel 2015 – continua Boullier – è stata vedere come era cambiato tutto. Ora siamo più vicini». Risalire è complicato, ma ci vuole tempo: “basta ricordare quando la Red Bull ha acquistato la Jaguar: prima di arrivare a vincere ci sono voluti cinque anni per strutturare tutto ed essere efficienti. Ci troviamo in un ambiente ultra-competitivo, lottiamo con la Mercedes, la Red Bull e la Ferrari e il loro livello è molto alto”.