Giovedi 8 Dicembre

Eder: “La Samp è la mia grande squadra, ma l’interesse dell’Inter fa piacere”

LaPresse/Valerio Andreani

Grande protagonista di questa prima parte di stagione, Eder torna a parlare del suo futuro: “A Genova sto benissimo, ma conosco la storia dell’Inter e il suo interesse non può che far piacere”

Pronti, partenza e… gol. Nel derby contro il Genoa. Meglio di così il 2016 di Eder proprio non poteva cominciare: “Penso che il derby vinto ci abbia dato morale e che questo risultato sia stato importante per noi e per la nostra tifoseria. Al match con la Juventus arriveremo con entusiasmo e con la speranza di fare loro uno scherzetto”, racconta l’attaccante della Sampdoria nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport in edicola quest’oggi. Dalla Sampdoria al mercato, perché il suo nome è finito ormai da tempo nel mirino delle big italiane, su tutte l’Inter.

Eder parla così del suo futuro: “L’interesse dell’Inter c’è stato, ma non si è concretizzato. Io ho sempre detto che la mia priorità era il rinnovo con la Sampdoria perché a Genova sto bene. Non nego che fa piacere essere seguito da una squadra come l’Inter perché sono in Italia da 10 anni, conosco la storia del club nerazzurro e so quello che ha vinto. Io però sono riconoscente alla Sampdoria, una società che mi ha dato tanto. Il mio futuro lo decideremo insieme ai dirigenti. La Samp è la mia grande squadra. Quando sono arrivato qua sapevo che questa era la mia opportunità e mi sono detto che non potevo più fare le cose da ragazzino”.