Sabato 3 Dicembre

Donadoni-Milan, questione di cuore: “che orgoglio l’applauso di San Siro. Futuro? Solo Dio lo sa”

LaPresse - Massimo Paolone

Protagonista con il suo Bologna ieri a San Siro, Roberto Donadoni si gode l’affetto del pubblico del Milan. E sul proprio futuro…

Tre punti che fanno volare il Bologna e mettono nei guai il ‘suo’ Milan. Perché tra Roberto Donadoni e i colori rossoneri l’amore dura ancora e sembra destinato ad alimentarsi sempre più nonostante il trascorrere degli anni. “L’applauso di San Siro ha un grande significato per me, mi riempie di orgoglio e sono felice di essere stato un tifoso rossonero. Il Milan ha una grande storia, ha tutto il diritto di fare le sue scelte sull’allenatore. Per quanto riguarda il mio futuro solo Dio lo conosce, io adesso penso solo a far bene a Bologna”.

Che dopo il suo arrivo in panchina ha decisamente svoltato: “Il valore aggiunto di ogni squadra è l’aspetto psicologico – ha dichiarato Donadoni nel corso di un’intervista rilasciata alle frequenze di Radio24 – la partita di ieri era alla nostra portata, noi dobbiamo pensare sempre a noi stessi, come abbiamo fatto ieri. Siamo una realtà importante, abbiamo però bisogno di essere sempre al top”. Infine, un pensiero sul match winner di ieri a San Siro, Giaccherini: “Ha tutto per essere convocato in Nazionale, lui fa parte della cerchia dei giocatori con più qualità”.