Domenica 4 Dicembre

Ciclocross, bici con motorino ai Mondiali di Zolder: “non era la mia”

Femke Van den Driessche crea scandalo nel mondo del ciclocross: bici con motorino nascosto, ma lei si difende: “non era la mia”

Scandalo nel mondo del ciclocross. Una atleta è stata scoperta con una bici dotata di motorino nascosto nel telaio durante i mondiali di Zolder. Si tratta della belga Femke Van den Driessche. La giovane si è però subito difesa così: “quella bici non era la miaNon era la mia, ma quella di un amico, identica alla mia, e mi è finita in mano a causa di un malinteso di un meccanico“, ha dichiarato in lacrime. “Questo ragazzo si allena a volte con me ma ignoravo del tutto che usasse una bici con il motore, anche se sembra del tutto uguale alla mia. Sono scioccata, mi sento molto male. Sono consapevole del fatto che ho un grosso problema“, ha continuato la ciclista. “Non ho paura dell’inchiesta, so di non aver fatto nulla di male, ma sono consapevole che mia carriera potrebbe essere finita, anche se spero di avere una seconda possibilità“, ha concluso la belga. Quale sarà la verità?