Sabato 3 Dicembre

Cassano, una rinascita celestiale: “ho scacciato i demoni che avevo dentro, ora sogno l’Europeo”

LaPresse/Valerio Andreani

Antonio Cassano racconta la sua rinascita dopo gli ultimi periodi difficili: “non riuscivo a tenere a bada l’alimentazione, ma adesso ho allontanato i demoni che avevo dentro”

Sampdoria/Cassano - PresentazioneParadiso, inferno, poi ancora paradiso e poi ancora il baratro dell’inferno. Niente purgatorio, quello mai. Antonio Cassano è così, niente mezze misure. Dopo una prima parte di stagione difficile, adesso Fant’Antonio è tornato protagonista con addosso la tanto amata maglia della Sampdoria. Altro giro, altra giostra, riecco le porte del paradiso calcistico di Antonio Cassano che si spalancano nuovamente: “Dopo un anno fermo a Parma ho preso 10 kg e ho vissuto l’inferno. Ero nervoso e non riuscivo a tenere a freno l’alimentazione”, ha dichiarato il giocatore nel corso di un’intervista a Sky Sport.

Cassano racconta così la sua rinascita: “Ho avuto problemi all’inizio, poi con Montella ho fatto quei sacrifici che non ho mai fatto in via mia e i risultati arrivano. Sono un Cassano diverso, con più umiltà e sacrificio: come non mi era mai successo prima d’ora in carriera. Avevo tanti demoni dentro, ma quando diventi padre tutto cambia e sono felice che tutti i problemi e i demoni se ne sono andati. Adesso sono felice, sono un’altra persona”.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Con un sogno fisso in mente, quello di disputare l’Europeo: “So che è molto difficile perché prima di tutto gli anni non sono dalla mia parte e il gruppo è già formato. Conosco Conte e ha detto che chi sta bene può avere una chance: io mi giocherò la mia occasione su un miliardo, accetterei anche di essere il 23esimo, sarei lo stesso felice”.