Mercoledi 7 Dicembre

Arriva il decreto che permette la trasformazione dei veicoli tradizionali in auto elettriche

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto che regola la trasformazione dei veicoli con motori alimentati a benzina o diesel in veicoli elettrici

La notizia avrà con ogni probabilità delle conseguenze positive epocali per la diffusione delle auto elettriche in Italia: sulla Gazzetta Ufficiale è stato infatti pubblicato il decreto che regola la trasformazione dei veicoli con motori alimentati a benzina o diesel in veicoli elettrici. Il nuovo Codice della Strada prevedeva questo importante passaggio per regolamentare il cosiddetto “retrofit”, ovvero le operazioni di trasformazione dei veicoli con motore termico in veicoli a trazione elettrica.

Ora sarà possibile acquistare un kit composto da un motore elettrico con convertitore di potenza, un pacco batterie e un interfaccia con la rete per la ricarica delle batterie stesse, per poi farlo installare da un meccanico specializzato, proprio come avviene per gli impianti a metano o GPL. Terminata l’installazione, il tecnico dovrà portare l’auto alla Motorizzazione per le verifiche e le prove di rito in modo da poter procedere all’aggiornamento della carta di circolazione del mezzo.

“Dal punto di vista ambientale –- ha dichiarato Roberto Cazzaro, presidente provinciale dei Carrozzieri di Confartigianato Vicenza – con il ‘retrofit’ si può promuovere e diffondere più rapidamente la mobilità sostenibile. La riduzione dei processi di combustione comporterebbe minori emissioni inquinanti. L’auto trasformata può quindi modificare la situazione e aprire nuovi scenari, consentendo a molte persone di accedere al mercato dell’elettrico e di ridare una seconda vita ad auto che hanno qualche anno sul telaio”.