Lunedi 5 Dicembre

Napoli, a tutto Higuain: “il San Paolo come il Monumental. Il mio segreto? La barba”

LaPresse/Gerardo Cafaro

Gonzalo Higuain commenta la prima parte di stagione super del Napoli e racconta alcuni particolari inediti della sua vita lontano dal campo di gioco

L’oro di Napoli, Gonzalo Higuain. L’attaccante argentino segna – 21 gol in altrettante partite di campionato – i tifosi azzurri sognano. Napoli è tornata a respirare profumo di primato, come non succedeva da tanto, dai tempi di Diego Armando Maradona: “L’amore per lui è pazzesco, se non arrivi a Napoli non puoi capirlo. Il paragone con lui è spettacolare. Giocare qua è incredibile, per questa gente – confessa Higuain in un’intervista rilasciata al canale YouTube della Lega Serie A – il calcio è tutto. Il San Paolo è simile al Monumental e questa è la cosa più bella per un giocatore: vedere la gente matta per il calcio”. Così tanta passione che è quasi impossibile anche camminare per le vie della città: “Ti dico solo che non conosco ancora tutta la città. Non è che non esco perché la gente è cattiva, al contrario, è per l’amore che mi dimostrano. Per questo è più difficile, ma ci provo”.

Higuain parla poi del rapporto con Sarri, l’allenatore artefice della sua rinascita dopo i mesi bui con Benitez: “Di lui mi ha colpito la sincerità, quando mi ha parlato a quattr’occhi. In cinque minuti mi ha convinto a restare ed è riuscito a tirar fuori il meglio di me. Gli sarò sempre grato”. Infine, una battuta sulla possibilità di battere il record di gol in Serie A e un pizzico di scaramanzia da buon napoletano acquisito: “Spero di segnare ancora tanti gol che permettano al Napoli di vincere, poi se si può battere il record meglio ancora. Scaramanzia? Coltivo la barba per quello…”.