Lunedi 5 Dicembre

Volkswagen: negli USA crollano le vendite a causa del dieselgate

Il Gruppo Volkswagen perde il 25% negli USA, ma in Europa segue la grande ripresa del mercato automotive

Lo scandalo delle emissioni truccate della Volkswagen, conosciuto con il nome di “dieselgate”, si sta abbattendo come previsto sui conti economici del Colosso di Wolfsburg. Dopo l’arrivo delle prime sanzioni economiche da parte di alcuni Governi, tra cui il Brasile, il Costruttore tedesco ha iniziato a fare i conti anche con il crollo della domanda delle sue vetture, almeno aldilà dell’oceano.volkswagen dieselgate

La batosta arriva proprio dagli Stati Uniti, dove l’ente per la tutela dell’ambiente aveva scoperto per prima la grande truffa perpetrata dai tedeschi, capaci di modificare le centraline delle proprie vetture per far risultare emissioni nocive più basse. Per il mese di novembre, Volkswagen ha registrato un calo del 25% sul mercato USA che va ad aggiungersi al recente taglio del rating da parte dell’agenzia Standard&Poor’s, capace di abbassare la valutazione sul Gruppo Volkswagen da A- a BBB+ con outlook negativo.

In Italia però, ma anche nel resto d’Europa, il Costruttore teutonico è riuscito a seguire la tendenza positiva dell’intero mercato automotive che ha novembre ha registrato una crescita media del +23,47%. Volkswagen ha raggiunto una crescita del 27%, subito dopo Fiat, Ford, Renault e Citroen. Per il momento, il “dieselgate” non sembra quindi aver scalfito il Colosso tedesco, anche se molti analisti prevedono che il calo ci sarà, perché considerato fisiologico e inevitabile.