Domenica 11 Dicembre

Totti, senti Gerrard: “in Italia è una leggenda, è l’assoluto re di Roma”

L’ex capitano del Liverpool elogia Francesco Totti, descrivendolo come un autentico fuoriclasse capace di giocate fuori dal comune

Due bandiere, due icone, due leggende. Non servono altri aggettivi per descrivere cosa rappresentino Steven Gerrard e Francesco Totti per il Liverpool e per la Roma.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Due fuoriclasse immensi che hanno scritto pagine importanti della storia dei loro rispettivo club. Il centrocampista inglese, oggi in forza ai Los Angeles Galaxy, in un’intervista ha rilasciato alcune dichiarazioni nei confronti del capitano giallorosso, facendo trasparire tutta la sua ammirazione. “Totti ha una tecnica eccezionale, è un calciatore fantastico. Il motivo per cui lo rispetto così tanto è perché a Roma tutto il peso grava sulle sue spalle. Totti è il re di Roma. Avendo giocato in una grande squadra come il Liverpool, conosco bene le responsabilità che ti devi assumere e la pressione di dover sempre rendere al meglio e portare a casa i risultati. Ci sono passato anche io, l’ho vissuto sulla mia pelle. A Roma Totti è un idolo e questo comporta inevitabilmente una serie di pressioni. Quindi ho moltissimo rispetto per lui, per la sua continuità nelle prestazioni e per la sua fedeltà alla maglia giallorossa.

gerrard In Italia è una leggenda“. Gerrard continua poi nei suoi elogi nei confronti di Francesco Totti: “credo che solo osservandolo da vicino uno riesca a comprendere quanto sia forte con la palla tra i piedi e nei movimenti tra le linee. Mi ricordo che una volta avevo il compito di marcarlo per poterlo limitare ma lui riusciva sempre a sfuggirmi. Prendeva posizione in maniera molto intelligente, da vero numero 10, e sembrava che la palla fosse incollata ai suoi scarpini. Era molto abile e giocava veramente bene. Per non parlare della sua visione di gioco, riusciva vedere cose in campo che gli altri non riuscivano nemmeno a percepire. Come giocatore, nutro davvero moltissimo rispetto nei suoi confronti. Le nostre strade si sono incrociate un paio di volte e sembra davvero che sia anche un’ottima persona”.