Sabato 10 Dicembre

Top&Flop – Promossi e bocciati in casa… Inter

LaPresse/Spada

Dalle sorprese Murillo e Ljajic alle delusioni Kondogbia e Montoya: promossi e bocciati dell’Inter in questa prima parte di stagione

Primo posto in classifica, frutto di undici vittorie, tre pareggi e altrettante sconfitte. Ventitré le reti realizzate, undici quelle subite. Questi i numeri dell’Inter di Roberto Mancini, ma chi sono stati top e i flop di questa prima parte di stagione. Ecco i nostri promossi e bocciati:

Promossi

Murillo – Nonostante una Copa America da protagonista, il difensore colombiano è arrivato a Milano tra lo scetticismo generale ma ha impiegato davvero poco per diventare un punto fermo dello schieramento di Mancini. Corsa, fisico, senso dell’anticipo le qualità migliori, per un giocatore che farà parlare ancora molto di sé.

Ljajic – Il suo arrivo nelle ultime ore dello scorso calciomercato non ha scaldato più di tanto i cuori dei tifosi nerazzurri, ma l’ex Roma dopo un avvio in cui faticava a trovare spazio è diventato una delle note più liete della formazione nerazzurra. Basti pensare che per mandarlo in campo Mancini ha mandato in panchina anche Icardi…

Bocciati

Kondogbia – Protagonista di un derby di mercato senza esclusione di colpi, il centrocampista francese è arrivato all’Inter con le premesse del potenziale fenomeno ma al momento… avvio di campionato difficile, ambientamento più problematico del previsto. E la panchina, per l’ex Monaco, è diventata una spiacevole abitudine.

Montoya Voluto fortemente in estate, l’esterno spagnolo prelevato dal Barcellona è finito fin da subito ai margini del progetto tecnico nerazzurro. Primi minuti in campionato con la maglia dell’Inter arrivati solo a inizio dicembre, prestazioni che non hanno fatto impazzire Mancini. E a gennaio tira aria di divorzio.