Lunedi 5 Dicembre

Top&Flop – Promossi e bocciati in casa… Honda

LaPresse/Efe

Un anno di alti e bassi per la Honda: ecco i promossi e bocciati del team giapponese

La stagione 2015 di Moto Gp è terminata ormai da quasi due mesi. Piloti, tecnici e dirigenti sono in vacanza, ma già si pensa al 2016 e alla nuova stagione delle due ruote. Come andranno le cose tra Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez? Il pilota di Tavullia riuscirà ad aggiudicarsi il suo decimo titolo mondiale? Il 22enne di Cerverà tornerà competitivo senza commettere gli stessi errori di quest’anno? Ancora dobbiamo aspettare qualche mese per sapere come andranno le cose e soprattutto per vedere se la nuova stagione sarà tanto appassionante ed emozionante quanto quella appena finita. Intanto ecco i promossi e bocciati del team Honda.

Promossi

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Daniel Pedrosa. Anche se ultimamente il pilota spagnolo sembra aver avuto problemi col fisco, il pilota Honda ha dimostrato, soprattutto nella seconda metà della stagione di saperci fare, e ha iniziato a metter paura ai suoi avversari, diventando uno dei protagonisti della stagione. Ma soprattutto Pedrosa è stato l’unico a guidare per amore, per pura passione e per se stesso, non per favorire un “amico” o danneggiare un “nemico”. Molti pensano che Pedrosa non abbia voluto ostacolare Jorge Lorenzo e farlo così vincere con facilità, ma il pilota spagnolo ha dimostrato fino alla fine di voler vincere e anche quando ormai sembrava non ci fosse nulla da fare, Pedrosa ha spinto più che ha potuto e ha superato Marc Marquez per provare a raggiungere Lorenzo, ma un errore gli è costato caro, il compagno di squadra l’ha nuovamente superato e lui si è dovuto accontentare del terzo posto di Valencia e del quinto in campionato

Bocciati

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Marc Marquez. Non per antipatia, non perchè siamo italiani e quindi appoggiamo a tutti i costi, il 22enne di Cervera è tra i bocciati perchè, oltre a non aver disputato una stagione eccellente, durante la quale ha commesso tanti errori, si è dimostrato anche poco sportivo. Marquez infatti, avendo capito di non aver più nulla per cui lottare ha “ben pensato” di mettere i bastoni tra le ruote a Valentino Rossi, ha deciso di animare un po’ la stagione, di accendere gli animi, di farsi diverse inimicizie e soprattutto di apparire antipatico a gli occhi dei tifosi di tutto il mondo. Non tanto i gesti ma soprattutto le intenzioni e le polemiche hanno messo in cattiva luce il giovane pilota spagnolo che, sicuramente, avrà una lunga e promettente carriera.

livio suppoLivio Suppo. Anche il direttore sportivo della Honda finisce tra i bocciati. Proprio lui, che avrebbe dovuto dare l’esempio ai suoi piloti di come ci si comporta dentro e fuori la pista e di cosa sia la sportività, ha gettato ulteriore benzina sul fuoco. Tutti avrebbero preferito un comportamento più pacato e riservato come quello avuto dalla Yamaha. Ma, non siamo tutti uguali…