Giovedi 8 Dicembre

Top&Flop – Promossi e bocciati in casa…Ferrari

LaPresse/Photo

Tutti promossi in casa Ferrari per la stagione positiva e per spingere piloti, tecnici e dirigenti a fare sempre megli

La stagione 2015 di F1 è terminata da poco, è tempo di bilanci, di votazioni. Ad aggiudicarsi il titolo mondiale è stato Lewis Hamilton, seguito in classifica dal compagno di squadra Nico Rosberg, e dai due ferraristi Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Un anno positivo per la Ferrari che ha dimostrato di essere migliorata molto e di poterlo fare ancora di più. Non perchè è un team italiano ma, per l’ottimo lavoro svolto in questa stagione, nonostante le tante difficoltà e la netta superiorità della scuderia Mercedes, per noi in casa Ferrari sono tutti promossi.

LaPresse

LaPresse

Il migliore del team di Maranello è sicuramente Sebastian Vettel, non solo per il suo terzo posto nel campionato, ma anche e soprattutto per la sua simpatia, per il suo carattere socievole, sempre sorridente e amichevole, ma anche per la sua “italianità”. Il pilota tedesco ha da subito dimostrato di essere molto affezionato a questo team e al suo paese. Come dimenticare la sua canzone “lasciatemi guidare perchè non sono lento, lasciatemi guidare, una gara bella” dopo la vittoria a Singapore? Vettel è riuscito ad entrare nel cuore di tutti noi.

LaPresse

LaPresse

Per quanto riguarda Kimi Raikkonen non si può che fare i complimenti anche a lui per il suo quarto posto in classifica. Ma dobbiamo inevitabilmente chiedergli di cambiare qualcosa: “ti vogliamo più sorridente”. Kimi è soprannominato “The Iceman”, l’uomo di ghiaccio, forse per i suoi occhi di ghiaccio, forse per il suo carattere freddo ma, Kimi, se ti sciogliessi un po’ saresti sicuramente apprezzato di più.

LaPresse

LaPresse

Non possiamo con complimentarci anche con Maurizio Arrivabene, team principal della “rossa” che è riuscito a gestire sempre tutto al meglio, nonostante qualche piccolo errore, come quello nell’ultima gara del mondiale costato a Vettel la partenza dalla 16^ postazione in griglia.  Promosso anche Sergio Marchionne, il presidente della Ferrari, che ha dimostrato di credere nel suo team e di avere la voglia e l’intenzione di migliorare sempre di più e di raggiungere la Mercedes molto presto.