Giovedi 8 Dicembre

Tennis: Roberta Vinci, il 2015 e le Olimpiadi di Rio

LaPresse/Reuters

Roberta Vinci racconta il suo 2015, ma pensa già al futuro, all’imminente 2016 e alle Olimpiadi di Rio

Il 2015 sta ormai finendo, i tennisti sono in vacanza da poco e già si apprestano a tornare sui campi. Inizia prestissimo infatti la stagione 2016 di tennis. C’è chi però pensa a quella che si è appena conclusa, alle grandi soddisfazioni e ai grandi successi.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Come Roberta Vinci che, in una intervista all’Adnkronos, racconta questo suo anno incredibile: “quello che si è chiuso è stato sicuramente un anno che è finito alla grande e non so cosa vorrei per la prossima stagione. Le aspettative per il 2016 ci sono, ma soprattutto vorrei un anno sereno e tante soddisfazioni, ma non ne ho una in particolare. Ho tanti obbiettivi però vedremo“. La Vinci è entrata nelle case e nel cuore di tutti in particolar modo grazie alla vittoria contro Serena Williams in semifinale agli US Open. Quel momento non se lo dimenticherà nessuno, ma adesso bisogna concentrarsi sul futuro: il 2016 infatti è un anno importantissimo per via delle Olimpiadi di Rio.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Le Olimpiadi di Rio sono un grandissimo obiettivo però non ci sono solo quelle, ci sono tanti altri tornei, e i Grandi Slam, quindi bisogna lavorare duro, sperando che arrivino grandi soddisfazioni“, ha continuato la tarantina. “La Pennetta smetterà oppure no? Non dovete chiedere e a me, ma a lei. Il doppio misto con Fognini? Non lo so, magari scelgo Simone Bolelli…Vedremo, c’è tempo, ora faremo qualche altro giorno di allenamento e poi si parte per l’Australia“, ha dichairato Roberta. Infine non poteva mancare un piccolo commento sulla candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024: “sarebbe splendido, speriamo bene. Sarebbe un motivo di orgoglio per l’Italia e per tutti noi italiani, quindi speriamo vada in porto“, conclude la Vinci